Recensione: Gocce Diamantine di Maria Cristina Pizzuto.

Buongiorno lettori! Sento già aria natalizia, purtroppo questo coronavirus ci sta togliendo tanto, ma il Natale è sempre il Natale. Oggi vi porto la recensione di questa raccolta di poesie, mi è piaciuta davvero molto. Purtroppo sono andata a rilento con la lettura causa scuola e problemi familiari, ma è una lettura che mi ha tenuto compagnia per tutto il tempo e che vi consiglio!.

Titolo: Gocce Diamantine

Autore: Maria Cristina Pizzuto

Numero di pagine: 150.

Trama: Questa raccolta di poesie mi ha accompagnato per tutto il periodo adolescenziale, dai momenti negativi in cui si vede tutto nero, a quelli positivi dove la speranza è la vera protagonista.
Come una sorta di diario mi ha permesso di sfogarmi e di tirare fuori le emozioni che trattenevo dentro e non riuscivo a esprimere nella quotidianità.
Poi verso i 28 anni avevo smesso di scrivere, qualcosa in me era cambiato: avevo dato un nome alla mia angoscia esistenziale. Finalmente avevo trovato lo scopo della vita, il motivo della mia esistenza e qualcosa in me si era chetato. Non avevo più nulla da dover descrivere e cercare con tanta insistenza: l’avevo ormai trovato nella mia vita.

Recensione: Una caratteristica fondamentale che ho ritrovato in questa autrice è non l’essere mai banale e scontata pur trattando argomenti molteplici e diversi tra loro. La poesia è un genere che amo e che leggo con piacere, ma talvolta gli autori non riescono ad essere originali e ad esprimere le loro emozioni, fortunatamente con quest’autrice non è così e ciò ha reso la lettura molto piacevole.

Sono delle poesie di vita, un viaggio dentro la propria anima. Sono presenti anche poesie riguardanti la fede davvero ben scritte. Ho apprezzato molto le Parafrasi, non le ritroviamo solitamente nelle raccolte di poesie, ma sono davvero utilissime perché permettono di capire a fondo ciò che l’autore vuole trasmetterci.

Ho amato la maggior parte delle poesie, alcune non sono riuscita a provare gli stessi sentimenti di altre, ma sono state tutte molto coinvolgenti. Sotto ve ne lascio qualche stralcio.

La voce della solitudine:

“Com’è debole la solitudine, basta un bacio
per disarmarla.
Com’è vuota la vita,
tutto è silenzio nell’illusione della mente, il cuore è ghiaccio.
Com’è silenziosa la vita, tanto rumore per nulla,
ma il mio alito
vola in confini sconosciuti…
…vola alla ricerca della vita…”

Senza un futuro:

“Chi sono?
Che ruolo ho in questo mondo?
Naufragata in acque sporche mi ritrovo pensante: “anch’io come loro”.
Aspetterò il giorno
con infinita pazienza,
quel giorno in cui
nella morte troverò la vita.”

La strada è stata scritta:

“Io e Te
una cosa sola: Stelle solidali dello spazio infinito.”

Le illustrazioni sono davvero molto belle e accompagnano la lettura perfettamente. Sono contenta di aver avuto il piacere di leggere e di conoscere questa raccolta di poesie quindi ringrazio molto l’autrice per avermela inviata.

Voi amanti del genere e non, vi consiglio assolutamente di leggerla perché non potete perdervela!

Voto: 🌟🌟🌟🌟🌟/5.

A presto 💕

-Maria 🌟

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...